Questo sito web ed i sui contenuti sono esenti da cookie, pubblicità invasiva, occulta, subdola, eticamente scorretta e pure da files geneticamente modificati:
per una libera informazione in un libero Stato.

ref:topbtw-800.html/ Giovedi' 6 Marzo 2017/A



Il ramo secco : é a Montecitorio ?

Roma

Dopo mesi di terrificanti manfrine, ecco che bisognava andare di corsa, di gran fretta, precipitarsi a votare con la nuova legge elettorale..
subito dopo la Sentenza dell'alta corte.

Ovviamente era una gigantesca bufala, perché le toghe hanno solo detto cio' che non andava del vecchio testo , e non come si sarebbe dovuto fare..quello nuovo.

E il nuovo testo nessuno lo ha mai proposto seriamente :
si aspettano le elezioni comunali per fare conteggi,stringere alleanze, calibrare la nuova legge elettorale per Montecitorio e - forse - per Palazzo Madama.

La proposta di Renzi di far saltare il banco togliendo il doppio turno ad ogni votazione di Legge ?
Saltata brutalmente.
E lo si sapeva da tempo.
Perché è l'unico modo che ha Palazzo Madama per scambiarsi i favori con Montecitorio, e viceversa.

E lo si sapeva benissimo che Senatori senza paga e prebende ma in trasferta settimanale dalle regioni, con poteri limitati, non ci sarebbero stati a vedersi ridotto ruolo e potere e prebende annesse.

Il Parlamento ha due rami:
è vero, ma uno , in realtà, è bello che secco e non serve a nulla.
Ma non è il Senato..

Due semplici conti, tanto per iniziare a comprendere il business delle cose.

Camera dei Deputati, a Montecitorio, costa un miliardo di euro all'anno.
Sono 630 eletti, dei quali 617 in Italia e 13 all'estero.

Ovvero costano circa UN MILIONE E SEICENTOMILA EURO all'anno, a cranio.
E non è tutto.
Queste sono le sole spese vive, poi abbiamo da aggiungere pensioni, pensioncine dei parenti del caro estinto, privilegi e prebende.

E poi le collaborazioni esterne, e poi le pensioni e le pensioncine di addetti, commessi, collaboratori, assistenti, e relativi congiunti..
Finché morte non ci separi..

Camera del Senato.
Palazzo Madama , costa 540 milioni di euro all'anno per 309 senatori eletti più quelli a vita , fino a quando vivono.
Diciamo circa 315 Senatori, anche perché gli Ex presidenti della Repubblica restano a carico degli Italiani finché morte non ci separi..

Diciamo quindi UN MILIONE e SETTECENTOMILA EURO all'anno a cranio.

E non è tutto.
Queste sono le sole spese vive, poi abbiamo da aggiungere pensioni, pensioncine dei parenti del caro estinto, privilegi e prebende.

E poi le collaborazioni esterne, e poi le pensioni e le pensioncine di addetti, commessi, collaboratori, assistenti, e relativi congiunti..
Finché morte non ci separi..

Insomma i Senatori costano un centomila euro in più al mese dei Deputati.
Un centomila euro al mese in più che, con un piccolo e lodevole sforzo, magari si potrebbe anche ridurre.

E poi vi è l'incasinata Legge elettorale.
Ognuno dice la sua, tutti dicono la loro ma, se notate ben bene, quella per eleggere a Senatori và benissimo a tutti.
E per Montecitorio sono tutti in attesa dei prossimi eventi di Giugno.

Ed allora quale sarà mai la strategia per vincere la madre di tutte le battaglie?
Quale sarà mai la soluzione di tanto complicato algoritmo politico?
Qual'è la mossa vincente di questa infinita partita a scacchi con il Potere Politico ?
Qual'è la carta da scartare per fare il Grande Slam ?

La soluzione è quella del contadino:
tagliare il ramo secco..e più costoso.

Tagliare il ramo che ciuccia più linfa di tutti..
Tagliare quel ramo del Parlamento che ha tanti rametti e ramettini tutti secchi pure loro, ma che pero' costano un miliardo di euro all'anno.

Chiudere, definitivamente, Montecitorio.

Mandare a casa i 630 eletti, sgombrare definitivamente il Palazzo di Montecitorio dai suoi 630 inquilini.

Montecitorio è fantastico per incontri di Stato, concerti, ha un ottimo ristorante e bar che potrebbe essere aperto al pubblico, con pietanze a prezzi modesti visto che tanto nessuno ne pagherebbe mai l'affitto.

Montecitorio poi ha stupendi locali, uffici, biblioteche, insomma è un'opera d'arte monumentale, vivente e pulsante, piena di ricordi, piena degli echi di memorabili discorsi, di grandi battaglie politiche.

Insomma il luogo ideale per spettacoli storici, per avvenimenti culturali, per manifestazioni di ogni genere e tipo.
Insomma, dopotutto, lo spettacolo potrebbe sempre continuare. Con qualche addetto in meno, qualche assistente parlamentare in meno, qualche costo di gestione ridotto. Montecitorio: un nuovo, vivissimo, pulsante e moderno museo della politica che è stata e che ora non c'è più.

L'Italia può essere benissimo governata dai soli 315 Senatori , che dopo tutto ci costerebbero un milione e mezzo all'anno a cranio, insomma poco più di centomila euro al mese..

Più le solite prebende, pensioni, regalini e cotillons.
E si potrebbero fare le Leggi in pochi mesi e non in qualche anno, si potrebbe obbligare i Senatori a fare il Senatore e nient'altro, insomma a lasciare la carriera di Magistrato, Avvocato, Medico, piuttosto che altri incarichi politici:
dal Segretario del Partito a quello del Circolo del Bridge.

E se i senatori sono troppo vecchi ?
Niente di male:
permettiamo anche ai più giovani di candidarsi.

E poi l'attuale metodo elettorale del Senato piace a tutti, nessuno lo ha mai contestato, e pure per i giudici dell'alta corte è più che idoneo a rappresentare gli italiani:
quelli che andrebbero avanti a versare l'acqua per innaffiare il ramo verde.

Tagliare il ramo secco di Montecitorio non è solo un bel risparmio, è anche un modo per ringiovanire l'Italia e per rinvigorire tutta la Democrazia.

E, dopo tutto, semplice, è pure veloce ed indolore.

E per una convalida popolare , tanto cara a certi partiti, basterebbe un referendum con la domandina :
" volete voi chiudere Montecitorio, la Camera dei Deputati, e cancellare gli articoli pinco e pallino della Costituzione ?"

Probabilmente , questa volta, non ci dovrebbero essere i gazebo per il "NO".

Anche se, certamente, i 630 deputati , i loro amici e famigli, non saranno felicissimi.

Ma, ogni tanto, una potatura è necessaria.

E questo ramo, ormai, non solo è secco, ma ci ha pure tanto seccato..
Anche perché un miliardo all'anno risparmiato è pur sempre un miliardo all'anno guadagnato


( Giorgio Comerio )

- Torna alla Prima Pagina - Back to the Front Page -

Condividi su Facebook -


- I nuovi lettori di oggi - Today new contacts -

I lettori di questa pagina sono:


WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!